Un bosco sociale per la città di Ferrara: la foresta alimentare

food_forest_011

Un bosco di comunità di tipo alimentare (food forest) è un bosco progettato e gestito dalla comunità, che lo cura e può utilizzarne i frutti.

Per la realizzazione del primo bosco nell’area ferrarese, che per le sua peculiarità sarà di tipo sperimentale, sia per quanto riguarda la dimensione, sia per le tecniche d’impianto, sia per la sua

gestione, è stata avviata una collaborazione tra il Comune di Ferrara, che si è attivato rispondendo alle sollecitazioni di un gruppo di cittadini e la Coop Sociale Integrazione Lavoro di Ferrara. Attraverso la loro collaborazione, è stato attivato un laboratorio per la progettazione della food forest e le successive azioni della sua piantumazione, attraverso la collaborazione di docenti accreditati e del CEAS IDEA del Comune di Ferrara, che ne curerà il coordinamento.

La scelta della cooperativa, oltre che per la loro aperta disponibilità, è stata fatta per i seguenti motivi:

  1. l’attività già consolidata negli anni svolta sul territorio della Coop, che è attuata soprattutto nel campo orticolo e della produzione di alimenti per favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate;
  2. la presenza di spazi e le caratteristiche del terreno e della sua localizzazione che possono favorire ed ottimizzare l’impianto del bosco alimentare;
  3. la possibilità di utilizzare le strutture del Casa Famiglia/Fienile di Baura, gestita della Coop Integrazione Lavoro, per le attività formative, che saranno realizzate nell’ambito del progetto e che coinvolgeranno, oltre ai residenti della casa famiglia stessa, cittadini, docenti, Associazioni, studentesse/i;
  4. la possibilità di una futura gestione del bosco da parte dei residenti medesimi, in collaborazione con i cittadini promotori del progetto, in quanto l’area da piantumare si trova all’interno degli spazi di queste strutture;
  5. la possibilità di coinvolgere la comunità locale del paese di Baura nelle attività per migliorare la relazione tra la struttura e la cittadina.

Importante per l’attuazione del progetto è la presenza di una struttura, il Fienile, determinante per la realizzazione di momenti di comunicazione, formazione e convivialità, grazie alla presenza di una cucina, di un’area comune con tavoli, di un’aula  attrezzata, che offrono la possibilità di uno stretto contatto e coinvolgimento degli ospiti presenti nella “Casa Famiglia”.

Inoltre la missione della Coop Integrazione Lavoro si presta molto bene ad accogliere e sviluppare alcune delle azioni da realizzarsi per lo svolgimento del progetto, che possono essere così riassunte nella loro tempistica:

  • Marzo 2014 e Marzo 2015 laboratorio formativo per residenti della casa famiglia, docenti, studenti/esse, Associazioni locali della durata di due fine settimana, da svolgersi presso il Fienile di Baura;
  • Maggio 2014 – Ottobre 2014 tavoli di lavoro con gli attori aderenti al progetto per l’elaborazione del progetto di piantumazione della foresta alimentare, secondo i principi della Permacultura;
  • Ottobre – Novembre 2014 preparazione della prima dell’area destinata alla food forest, attraverso pratiche di pacciamatura realizzate con la tecnica della permacultura;
  • Gennaio – Marzo 2015 definizione progetto di piantumazione con realizzazione della lista alberi e arbusti da acquistare per la loro piantumazione il 21 e 22 marzo 2015;
  • 21 e 22 Marzo 2015 seconda parte del corso di Formazione presso il Fienile di Baura, piantumazione della prima area della Food Forest e preparazione dell’Area “Prato Fiorito”
  • Aprile – maggio 2015 realizzazione del prato fiorito con definizione delle specie da seminare e loro acquisto
  • Maggio 2015 – Ottobre 2015 definizione della restante parte della food forest, progettazione e costruzione del biolaghetto; preparazione del terreno e definizione della lista per acquisto di alberi ed arbusti per terminare la Food Forest
  • Novembre 2015 piantumazione delle piante acquistate e festa con la comunità per inaugurare la Food Forest.

Per la realizzazione del percorso dalla primavera del 2015 al novembre del 2015 si stima possano occorrere circa 1500 euro per poter terminare la realizzazione del progetto.

Dal punto di vista delle spese sono così suddivise:

  • per la costruzione del Biolaghetto: 250 euro al metro quadrato (circa 4 metri quadri) tot 1000 Euro
  • per l’acquisto di piante arbusti e sementi 250 euro
  • per la realizzazione della festa di inaugurazione 250 euro

Il promotore


Cooperativa Sociale Integrazione Lavoro - Nicola Foletti

Cooperativa Sociale Integrazione Lavoro - Nicola Foletti

La Cooperativa Sociale Integrazione Lavoro nasce nel 1992 con lo scopo di inserire nelle proprie attività lavorative soggetti disabili in uscita dai corsi di formazione che, nonostante le abilità acquisite, non erano in grado di entrare nel mondo lavorativo. Dal 1996 la Cooperativa ha diversificato la propria attività includendo progetti socio-educativi rivolti a ragazzi con difficoltà psicofisiche; tali attività sono state progettate e si svolgono in stretta collaborazione con Associazioni di volontariato. Tale collaborazione ha portato all’ampliamento di alcune attività svolte a favore delle persone disabili sul territorio ferrarese, ed in particolare alla realizzazione di una struttura residenziale (casa-famiglia) per persone disabili prive stabilmente o temporaneamente del sostegno familiare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Philip Ebels
Guglielmo Apolloni
Philip Ebels
alessandra